Immagino


Ti ho osservata quando non lo sapevi,
quando eri te stessa, quando non avevi paura del mondo.
i tuoi gesti così lenti si perdevano nella mia mente,
e le cose attorno perdevano consistenza.

C’eri solo tu, che facevi aumentare e diminuire allo stesso tempo i battiti del cuore.

I miei occhi prendevano un nuovo colore,
il colore della tua pelle e dei tuoi vestiti.

E io ti contemplavo con la paura
che mi potessi vedere, che potessi interrompere
il mio magico momento.

Però avrei incrociato il tuo sguardo,
sicuramente un po scocciato per la mia presenza,
ancora più bello sarebbe stato.

Volevo avere più tempo,
volevo essere invisibile e girarti attorno,
vedere la bellezza che emani con il tuo viso
così vero, così familiare, così limpido.

Scrivevi, e come quella penna
tenevi in pugno anche me.

penna

Quando penso a te, vorrei scrivere milioni di righe,
per poi rileggere e immaginarti,
poterti sognare e inventare un sogno dove ci sono anch’io.

E parlo di te. Scrivo di te, e immagino te.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...