La legge è uguale per tutti, forse…


Marco Travaglio in un suo video descrive una situazione triste:

Non si rendono conto nemmeno del fatto che a settant’anni dalle leggi razziali, stanno passando delle leggi razziali. Nell’Italia del 2008 sono già passate un paio di leggi razziali e altre sono in preparazione. Sono quelle leggi che trattano in maniera diversa i cittadini o le persone umane, a seconda della loro provenienza, della loro razza, o del colore della loro pelle. Una l’ha approvata il Capo dello Stato senza colpo ferire, senza battere ciglio: si chiama “aggravante speciale per gli extracomunitari clandestini”.

Stabilisce questo:

SE io, italiano bianco di razza ariana, rapino un milione di euro una banca e do un ceffone a una guardia giurata becco, poniamo, dieci anni. SE lo stesso reato, la stessa rapina, per lo stesso importo di un milione di euro, dando lo stesso ceffone alla guardia giurata, lo commette un immigrato irregolare senza i documenti prende dieci anni più X.

X è l’aggravante razziale.

Art. 3 della Costituzione

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Annunci

2 commenti su “La legge è uguale per tutti, forse…

  1. Certo, il Capo dello Stato l’ha approvata e non sarebbe stato giusto, qualcuno sbagliando l’ha proposta, in tanti l’hanno votata e… La maggior parte dei cittadini appoggia. Anzi, non aspettava altro. Bug della democrazia.

  2. a parlare siamo capaci tutti…ad agire un po’ meno…
    quella gente (grillo & company) ha il medesimo stipendio dei parlamentari e la loro funzione sociale è pari allo zero… hai presente il detto “chi non fa non sbaglia…” uguale…

    intanto l’immigrato clandestino, compie già un illecito punito dal codice civile italiano (già il fatto che sia un illecito, e non un reato, e che sia punito con una ammenda (che nessuno pagherà) e non con provvedimenti restrittivi, farebbe discutere)… e quindi già viola la legislazione del paese che lo ospita..

    trovo gustissimo che qualcuno l’abbia proposta e che, secondo il proprio credo, le persone l’abbiano votata… e francamente trovo, altresì giusto, che le persone le appoggino… e che lo Stato, il Governo risponda alle esigenze di queste…per una volta…
    tanto sappiamo bene…che non verrà fatta applicare… perchè la magistratura è decisamente più attenta alle aziende di Berlusconi rispetto ai ladri di polli….
    chiudo il mio sermone, ovviamente in dissenso con quanto scrive Claudette, chiedendomi…la Chiesa è intervenuta?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...