Come una barca fatta di carta, che se si bagna affonda


E gli amici vanno e vengono, le parole anche, i gesti forse no, ma non tutti, quelli profondi, forse che nessuno ha visto, quelli che ognuno ha dentro e quando ci pensa fanno scendere una lacrima, che muovono qualcosa di grande.

Mangio Ciocorì, Cornflakes accompagnati da latte, troppo latte. Anche questa notte ho dormito poco, un nuovo sogno, nuovi ricordi, perchè?

E adesso la Messa che ho ripreso a frequentare alle 10, con una speranza che tanto non avrà un bel finale, non perché io non ci creda ma perchè è da troppo che lotto per qualcosa che forse veramente è impossibile, quant’è complessa l’amicizia? Quanto è difficile farsi meno domande, castelli mentali e magari parlare un po’ di più vedendo qualcosa di buono almeno tra persone che si frequentano o frequentavano spesso? Ma ormai sento solo parole tutte uguali, solo giudizi, che noia… io voglio la differenza, e non me ne frega niente, non mi devo abituare agli altri, ci sarà pur qualcuno a questo mondo che la pensa come me, anche se in Africa…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...