Rompere col passato

Se tu tornassi indietro non troveresti più
quella persona che ti ha amato ed aspettato sempre, se tu tornassi indietro
e ci tornassi anche io, io non ti aspetterei
io non ti cercherei

Non Voltarti Mai degli Zero Assoluto

Sono le ore 02:15 di Domenica, alle mie spalle un Sabato intenso, movimentato e diverso. Bello.

Da chi stavo scappando? Ragazza, amici, famiglia, abitudini o da me?

Notti come questa ti portano a qualche conclusione, la mia è molto semplice: andare avanti.

Il Dolore

Ok, sto parlando di una cosa seria, scoperta e vissuta, ma forse capita poco…inizio col scrivervi due frasi che ho preso da un sito web:

Il dolore è un vuoto nel quale rimbomba la voce della sopravvivenza
è quel filo che si tende tra noi e la vita fino quasi a spezzarsi

preso da questo blog

In un articolo precedente dico che il dolore ci sarà sempre, e sorrido nel sentire la canzone di Carboni che dice “volevamo imparare a fregare il dolore”, il dolore non si frega, si supera…perchè? Perchè io e voi possiamo fregare gli altri, possiamo fregare sconosciuti e amici, ;”>ma non noi stessi, non la persona con cui stiamo 24h su 24h, ed è per questo che bisogna lottare e superalo

Il dolore è indispensabile per crescere, ad ogni nostra scelte corrisponde una reazione che può essere dolorosa e così ho capito che il dolore serve ad abbattere i vecchi palazzi e a crearne degli altri, un po’ come l’amore che non è una conquista ma una continua costruzione (ah si? mi è venuto in mente adesso), se fosse una conquista non sarebbe egoista?

Perché, perché? Quando vi dicono di lottare per sorpassare il dolore cosa vi vogliono dire?
Rileggendo le frasi scritte sopra: è proprio durante il dolore che ci attacchiamo alla vita, che impariamo a conoscerci e a riflettere e a dare importanza alla vita, non sempre è facile.

Il vero problema non è il dolore ma come si affronta. Se uno cerca sempre di non provare dolore e sfugge da esso alterando anche il proprio comportamento verso gli altri, alla prima occasione ne uscirà distrutto, perché come detto sopra non possiamo prendere in giro la noi stessi, se invece pian piano si ci abitua (non dico con indifferenza, dico come una cosa che si supera vivendo) allora sarà una cosa passeggera che forse (almeno a me) insegnerà cosa vuol dire vivere, volersi bene e anche come crescere, perchè spesso il dolore è provocato da noi stessi.

In questo blog ogni tanto si legge “per star bene”, io intendendo non annullare il dolore, ma semplicemente godersi le cose belle che si hanno e spesso sfuggono alla nostra vista che vuole sempre vedere in là. Perchè a me spesso il dolore, ha insgenato che non soffrivo per una persona o per una cosa, ma per il mio egoismo che non mi faceva vedere chiare le cose…esistono un sacco di motivi per provare dolore, quindi ovviamente non generalizzo. Ma il dolore ci mette . E’ li che bisogna reagire e credere in noi, avere speranza e fiducia in Dio (se la cosa riguarda cose non dipendenti da noi…)

mai nella vita è tutto perso tutto ha un senso lo sai.

E ricomincia così senza capire perchè
la tua vita da qui, la tua vita così
E ricomincia così…
E ricomincia cosi senza capire perchè la tua vita da qui la tua vita così
E ricomincia così… E ricomincia così…e ricomincia così.

E ricomincia così dei Nomadi