One Week

prima di partire per un lungo viaggio
devi portare con te la voglia
di non tornare piu’
prima di non essere sincera
pensa che ti tradisci solo tu uh

Prima di partire per un lungo viaggio di Irene Grandi

viaggioSto per partire per il campo animatori, un campo dove si “formano” gli animatori e non solo, dove si sta veramente bene, dove si è in compagnia di tante belle, ma belle veramente persone, dove il sorriso c’è sempre e sembra di essere in un posto fuori dal mondo. E’ un clima totalmente diverso.

Rimango per una settimana, che spero come ormai da 2 anni mi darà una forza incredibile.

Ritornerò un po’ diverso, un po’ leggero… comunque sono di nuovo in viaggio eh? Non riesco mai a capire perché i miei viaggi seguono anche i viaggi dei miei pensieri. Che fortuna. Aiuta proprio, anche perché saremo in montagna, isolati dalle solite abitudine per ritrovare quell’essenziale che tanto mi piace vivere ogni tanto.

Mi accompagnano i miei amici e la canzone di Irene Grandi, che in questi giorni sto apprezzando veramente tanto, insieme a Povia e Moro.

Un saluto a tutti, per una buona settimana, senza il mio blog 🙂

p.s: Ho aggiornato l’articolo sul VoIP che era un po’ scadente, dategli una nuova letta se avete tempo, che così magari risparmiate sulle telefonate.

Quasi pronto

E alla fine siamo arrivati alla partenza e ad un lungo saluto ad una persona che ha cambiato in me tanti pilastri e me ne ha fatti vedere altri, cosa che dovrebbe fare un amico/a.

La macchina è quasi pronta, tra un po’ si imbocca la strada per la Svizzera e per il mio primo viaggio senza amici ma in prima persona. Mettendo la forza che ci vuole anche senza di loro, senza sentirmi solo.

Fuori non piove, diluvia. E io non sono nostalgico ne malinconico, certo è una partenza come tante altre, quindi è strano che non lo sia, e comunque non vedrò una persona molto cara per 1 mese perchè anche lei partirà subito dopo di me, andrò 5 giorni con i miei, una delle cose che mi ha sempre portato un po’ di tristezza nelle partenze perché sono affezionato ai miei amici e a Torino ma forse sono effettivamente cambiato.

Questo inizio di viaggio non mi fa sentire solo, anzi sono proprio carico di me. Evvai.

In qualche post precedente scrivo che odio le partenzze, invece oggi sono proprio tranquillo, ho una strana voglia di vedermi la Svizzera e la Germania, e poi ho saputo che io e mia cugina (se viene ancora) abbiamo una camera a parte e voglio proprio star tranquillo, mangiare e vedere cose nuove.

Ritornerò maggiorenne e con qualche risposta a qualche domanda che ancorasfarfalla nella mia testa.

Ho passato un mese fantastico grazie a mia cugina, a Erika ed anche alla sua cucciola, nonchè Irene. E ora è arrivato il momento di capire bene il perchè, valutando le situazioni un po’ lontano dal rumore cittadino, e ringraziarle veramente vedendo cosa ho imparato e cosa è cambiato.

Un grazie a loro e un Buon Viaggio a me.